Io multato mentre cenavo in un locale a Firenze. La testimonianza diretta

Condividi sui Social

A Firenze puoi pranzare al ristorante, ma guai a cenare. In atto una “guerra” fra alcuni ristoratori e il sindaco Nardella

“Galeotta fu la cena a Firenze!” potrebbe essere l’incipit di una bella storia al chiaro di luna sulle rive dell’Arno. Purtroppo, però la realtà è diversa come dimostra la spiacevole vicenda accadutami lo scorso giovedì. Era tardo pomeriggio quando arrivai a Firenze per lavoro e, stanco dal viaggio e a digiuno ormai da alcune ore, decisi di recarmi al ristorante – pizzeria “da Tito” di via Baracca, aderente all’iniziativa nazionale #IOAPRO1501, certo quindi di trovarlo aperto per poter consumare in loco, complice anche il freddo e il maltempo che avrebbero reso complicato l’asporto.

Poco dopo essermi seduto al tavolo che non erano ancora le 20 hanno fatto irruzione nel locale una dozzina di poliziotti che intimando ai presenti di non muoversi e bloccando l’ingresso si sono fatti consegnare i documenti di tutti gli avventori per accertamenti. Continua a leggere qua .